Ingranaggio

•25 ottobre 2012 • Lascia un commento

 

Ogni cosa dell’universo, anzi, l’universo stesso è fatto di ingranaggi.

Ingranaggi che non si vedono, che regolano il moto delle stelle o le nostre stesse vite.
La mia e la tua giornata sono fatte di ingranaggi, nascosti alla vista, ma lo sono.
Tutto sembra andare bene, ma ad un tratto qualcosa si rompe, una rotella fuori posto, e qualcosa va storto…qualcosa che poco prima funzionava ora non va più.
Allora si ricontrolla tutto, si revisiona, si riparte e si spera che la macchina non si inceppi più.

H.J.

Errori

•14 ottobre 2012 • Lascia un commento

 

Io commetto un sacco di errori.
Ieri ho passato un pomeriggio piangendo. Chiedendo scusa.
Davvero non so che fare.La paura mi paralizza.
Vado a nascondermi tra i ricordi dei bei momenti passati con te.
Per te desidero felicità.

Ti amo.

H.J.

Un mese

•30 settembre 2012 • 4 commenti

 

E’ un mese che non scrivo, mi sono impigrito.
O forse è che non succede un bel nulla. A parte l’amore.
Quello va, e quando non va lo si fa andare.
La amo, tantissimo, ho paura di perderla. A volte fa cose che non capisco, a volte io commetto errori gravi, ma ne sono passati di giorni da quando tutto questo ha avuto inizio.
Ora è qui, dorme, sempre grazie all’aiuto della chimica. Io no, non ci riesco, sono (s)travolto dagli eventi di oggi, dalla mia leggerezza imperdonabile, l’amore è una cosa seria, ma io non sono una persona seria, almeno cerco di esserlo in apparenza, ma dentro non mi ci sento proprio.
Non so dove vuole arrivare questo post, in realtà sto solo scrivendo quello che mi passa in testa, un pezzo per volta, è tardi (il suo respiro regolare) e non ho voglia di riordinare le idee.
Stare nell’acqua con lei.
Vorrei, vorrei, vorrei…
Un sacco di “mi dispiace”.
La gelosia, troppa, troppo poca?
Piove.

Eppure OMA.IT, e non voglio perderti per nessun motivo: nè per la chimica, nè per la chat del social network blu, nè per AT, nè per la mia stupidità.
Ora torno nel letto con te.
Per sempre, ma davvero per sempre,

il tuo eroe mascherato,

H.J.

Sbagliato

•31 agosto 2012 • Lascia un commento

Perchè mi tratti così?
Dici di amarmi, ma poi cosa fai?
Se ogni cosa che dico non va bene, se ogni volta che devo rispondere non posso mai concedermi una leggerezza al punto che ogni mio errore scatena una guerra!
Che cosa dovrei fare?
Io ti amo, io non sono M., io non sono perfetto, se potessi ridarti il tuo passato te lo darei, ma non trattarmi così male solo perchè sono me stesso.
Perchè mi chiedi cose che mi feriscono?

Sto male,
Perchè?

H.J.

Colpa

•12 agosto 2012 • 2 commenti

 

Rientro.
Serata passata fuori casa, le luci del Canavese, giro in macchina, una birra.

Sentirsi in colpa per ogni risata, per ogni leggerezza.
Tu soffri, e io non ci sono.
Mi dispiace, non so che altro dire.

Di nuovo la mia nullità, il mio non contare, non essere un peso abbastanza importante per bilanciare le cose.
Vorrei esserlo, vorrei essere perfetto, vorrei essere V. o M. o gli Dei solo sanno chi.

Eppure mi impegno, ce la metto tutta, perchè ti amo da tempo ormai.

Perdona la mia leggerezza, io sono diverso.
Io sono soltanto io, vorrei bastarti per tutto…ma la realtà è diversa.

H.J.

Tuo per sempre.

Superato

•1 agosto 2012 • 3 commenti

Sono superato ancora prima di essere partito.
Si rivela tutta la mia inutilità, la mia inettitudine!
Pensavo che…
Speravo che…
Una vita fatta di aria fritta la mia, mai concluso niente, non concluderò mai niente.

Mi sento male, mi viene mal di pancia quando le cose non vanno.

Sì speravo che un ti amo potesse sistemare almeno una parte di cose, speravo che un ti amo potesse portare quantomeno un po’ di serenità, ma mi sbagliavo.
Risvegliato, riportato sulla terra dove i problemi sono reali.

Chi sono? Non lo so.
Un ragazzino, sì, un ragazzino troppo cresciuto.

L’altro giorno sono rimasto a fissare il treno che ti riportava a casa, pensavo che quando siamo insieme le cose non vanno così male.
Il mio amore per te è vero, ma come finiremo? Non lo so. Io faccio solo del mio meglio, ma è abbastanza?

Ti amo.

H.J.

Difficoltà

•12 luglio 2012 • 5 commenti

La strada verso di te è tutta in salita. Ma io continuo a percorrerla perchè credo ne valga la pena.
Io proseguo una curva dopo l’altra, cerco di evitare gli scossoni, di fare bene.

Ma la mia unica colpa è di non essere M.
Sono soltanto io, e finchè tu lo vorrai io sarò qualcuno.

H.J.