Come si fa?


 

 

Come si fa a raggiungere la felicità con una persona come te?
Come pretendi che io possa andare avanti se mi tratti così?
Come fai a trattarmi con tanta leggerezza, quando io dò tutto per te, come fai A. a promettere e a disattendere puntualmente le tue parole.
Io non sono un pupazzo A., ma tu mi stai facendo a pezzi ugualmente.
Io vorrei renderti felice, ma per te non è lo stesso.
Mi tocca aspettare e vedere la gente scendere da un treno sul quale tu non ci sei mai.

H.J.

Annunci

~ di Hooded Justice su 6 giugno 2012.

2 Risposte to “Come si fa?”

  1. Senti H. J., non credi sia ora venuto il momento di lasciarLa perdere? Vuoi che ti distrugga definitivamente? Certo, ci va un atto di coraggio, ma visto che a quanto pare sei ispirato dai più illuminati pensatori e intellettuali di sempre, dovresti aver appreso qualcosa da questa vicenda, capito qualcosa da questa persona. Lei ti usa come un giocattolo con il quale distrarsi dai brutti pensieri, come un hobby, uno sfogo dalla sua vita principale. Non puoi illuderti in questo modo, non sarà mai con te. E se anche dovesse farti credere il contrario, sarebbe solamente per un tempo così limitato da provocarti più dolore che piacere. Vedi H. J., a volte la felicità nasce proprio dalle scelte più coraggiose, dalle scelte che portano dapprima un grande dolore e pargono innaturali. La felicità sta nella piena conoscenza e nel pieno controllo di se stessi, non emotivamente parlando, ma in quanto a decisioni ed azioni. Ricorda sempre che l’eternità dell’uomo non sta nell’amore o in una donna, ma nella virtù e nella saggezza, uniche caratteristiche che hanno il pregio di accrescersi col passare del tempo. Prendi la decisione che è giusto prendere, anche se questa dovesse farti soffrire più del mancato possesso dell’oggetto delle tue lacrime. Sii felice di te stesso H.J..

    • Vedi Z.B., queste sono le cose che normalmente si dicono ad un innamorato, ma mai in vita mia ho visto un innamorato accettare queste cose.
      L’amore è come una guerra, o si vince o si perde; non lo si lascia in sospeso, altrimenti si finirebbe per trascinarselo all’infinito.
      Se davvero devo soffrire, voglio soffrire fino in fondo, anche solo per farmi dei buoni anticorpi, e quando tutto ciò sarà finito, beh allora potrò rinascere dalle mie ceneri.
      E se poi per caso le cose dovessero andare diversamente? Se alla fine di tutto questo ci fosse la felicità tanto agognata? Tu sai per certo Z.B., quel che succederà?!
      Nessuno dei più grandi pensatori ai quali mi ispiro ha mai abbandonato la sua causa, meno che mai i due che vedi a lato di questa pagina, uno l’ha fermato la codardia degli uomini, per l’altro c’è voluta la morte a interrompere il suo sogno.
      Z.B. io ti ringrazio profondamente per le tue parole, di certo appaiono come la via più semplice, ma no, io voglio andare fino in fondo, se devo, voglio toccarlo il fondo. C’è qualcosa in quella persona, che forse vedo solo io, che vale tutti gli sforzi che sto facendo.

      Ancora grazie,

      H.J.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: