Quello che vedo io


La bellezza di A. è oggetto di lodi lusinghiere e di raffinato piacere. I suoi lineamenti sono delicati e regolari; la sua carnagione,  seppure un po’ pallida, ha un colorito naturale; gli occhi, vivacissimi, esprimono istantaneamente ogni sentimento; i suoi movimenti spigliati rivelano le grazie d’una figura piccola ma elegante, e l’amore o l’adulazione possono affermare che nessun pittore e nessun poeta potranno mai descrivere l’impareggiabile bellezza della sua persona.

Queste poche righe sono per te, che mi fai sentire perso in un turbine fatto di tutti i sentimenti umani.

Non smetterò di sperare che tu possa prima o poi diventare la mia regina.

H.J.

Annunci

~ di Hooded Justice su 13 marzo 2012.

4 Risposte to “Quello che vedo io”

  1. Scrivi parole cosí stupende per me. Non sono capace di ringraziarti. Mi sembra di farti stare male e niente di positivo. Sono l’ennesima bruttura, l’ennesima colpa che fà stare male te e Cook ed i miei genitori, mia sorella e quei pochi che ancora non hanno capito che sono un’egoista di merda da lasciare perdere, chè recidiva ed il male ce l’ha dentro. Non mi piango addosso. So che è vero.

  2. Scrivo quello che vedo appunto, ma non sto male, o meglio ogni tanto mi capita di sentirmi una schifezza, ma è un momento che passa.
    Da qualche parte ho scritto per te che amare è gioire, mentre crediamo di gioire solo quando siamo amati; è una frase di Aristotele, e beh io ci credo la sento mia, vedi, nonostante tutti i no che mi sono sempre beccato, sono ancora in piedi, vado avanti e non ho smesso di amre(ti).
    Non mi fai soffrire, anzi, provare certe cose è bellissimo, sei l’unica ragazza per la quale io abbia mai pianto, ed è stato bello, perchè mi sono sentito vivo!!!! La mia amarezza semmai sta nel sapere che non faremo mai certe cose insieme, tu ed io e basta, ma questo è un altro discorso.
    In un post del mio blog c’è la foto di un fiore bellissimo e colorato che cresce tra le crepe di un grigio marciapiede, tu sei quello per me, un fbellissimo fiore cresciuto in mezzo allo schifo e i fiori vanno curati A., vanno accuditi, messi al riparo quando fa brutto tempo ed esposti quando c’è il sole.
    Non ho la presunzione di dire che sono la soluzione ai tuoi problemi, ma vivere l’ambiente che vivo io, vivere dove vivo io, con le persone che conosco io e che mi vogliono bene, beh sarebbe diverso, diventeresti diversa. Vederti felice è tutto quello che voglio,e nel mio piccolo ci sto provando a farti stare bene! Accudisco il mio bel fiore, o almeno cerco di farlo meglio che posso.

  3. Non so cosa scrivere. Mi odio. Perché non corrispondo i tuoi sentimenti. E tu sei un ragazzo buonissimo e io mi vado a cercare sempre i marcioni o quelli che mi fanno impazzire. Ti scrivo per la prima volta da casa dei miei. Mi sono trasferita oggi, mercoledì 11 aprile, e non mi sento più libera..solo triste. Non vengo a raccontare a te quanto mi manca.
    Però grazie per tutto.

    • Non devi odiarti, non hai niente per cui odiarti. I miei sentimenti sono miei appunto, da regalare a chi voglio; certo essere corrispostiè sempre molto bello, e io ora ho una speranza. Forse col tempo le cose cambieranno…non sai quanto lo spero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: